DURATA DEL PROGETTO: 01/01/2020 – 30/06/2022

Partner del progetto

Federazione Italiana Pallavolo (FIPAV)
Coordinatore

Ministero Bulgaro della Gioventù e dello Sport

International Federation for Sports Officials

Comitato Olimpico Bosnia ed Erzegovina

Federazione Pallavolo
Croazia

Federazione Pallavolo Turchia

Federazione Italiana Tennis

Federazione Pallacanestro Francia

Università di Siviglia

Co-funded by the European Union

DURATA DEL PROGETTO:
01/01/2020 – 30/06/2022

Partner del progetto

Federazione Italiana Pallavolo (FIPAV)
Coordinatore

Ministero Bulgaro della Gioventù e dello Sport

International Federation for Sports Officials

Comitato Olimpico Bosnia ed Erzegovina

Federazione Pallavolo
Croazia

Federazione Pallavolo Turchia

Federazione Italiana Tennis

Federazione Pallacanestro Francia

Università di Siviglia

Co-funded by the European Union

Descrizione del Progetto

Il progetto “SPORT for RULES – Sharing positive values through the enhancement of the referee’s role” mira a promuovere il ruolo degli arbitri come soggetti responsabili della regolamentazione delle competizioni sportive, incaricati di garantire il rispetto delle regole e la sicurezza dei giocatori. Nonostante il loro ruolo essenziale, gli arbitri sono spesso vittime di violenza e di comportamenti irrispettosi da parte di giocatori, allenatori e pubblico, rapprensentando un esempio di come la violenza costituisca un vero problema nel mondo dello sport.

“Combattere la violenza” è infatti una delle sfide avvertite come più pressanti in ambito sportivo, così come affermato dal Programma Erasmus+. L’idea di base del progetto è quella di sviluppare azioni che incidano positivamente sui diversi aspetti della violenza e dell’intolleranza nello sport, sottolineando i valori positivi di cui gli arbitri sono portatori.

Gli obiettivi del progetto, strettamente legati alla realizzazione dei suoi Intellectual Outputs, sono:
– La promozione del ruolo degli arbitri all’interno della scuola attraverso la creazione di una formazione su misura, in grado di consentire ai bambini di sperimentare e comprendere il doppio ruolo di giocatore/arbitro, e di fornire agli insegnanti gli strumenti per trasmettere ed implementare questo nuovo approccio;
– Lo sviluppo di una strategia di reclutamento e mantenimento, rivolta in particolare ai giovani arbitri, al fine di stimolare l’utilizzo di strumenti idonei a sostenerne la partecipazione e il coinvolgimento, contrastando il fenomeno dell’abbandono, con particolare attenzione alla partecipazione femminile;
– La diffusione dei valori fondanti dello sport attraverso l’attuazione di una campagna di informazione e divulgazione mirata ad influenzare l’opinione pubblica.

LOGO

Nonostante il loro ruolo essenziale, gli arbitri sono spesso vittime di violenza e mancanza di rispetto
da parte di giocatori, allenatori e pubblico. Esempio di come la violenza rappresenta
un vero problema nello sport.

INTELLECTUAL OUTPUTS

Diventa un arbitro! Programma di formazione per le scuole
(Modello educativo)

Programma di formazione per insegnanti
(Come trasmettere il modello educativo – IO1)

Programma di mentoring per aspiranti arbitri
(Programma di reclutamento e coinvolgimento)

Formazione arbitrale sulle competenze trasversali
(Programma di formazione)

Buone pratiche contro la violenza
(Guida all’apprendimento tra pari)

Arbitri contro la violenza nello sport
(Campagna di informazione e divulgazione – Manuale)

EVENTI SPORTIVI MOLTIPLICATORI:

Eventi nazionali: corsi nazionali di formazione per insegnanti che si terranno in Bulgaria, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Francia e Italia, incentrati sulla diffusione degli Intellectual Outputs n. 1 e n. 2.

Evento internazionale/finale che si terrà a Roma e volto a condividere i risultati raggiunti con la realizzazione degli Intellectual Outputs n. 3 e n. 4 – Titolo dell’evento: “Condivisione con i settori arbitrali del programma di reclutamento, coinvolgimento e formazione”.

START

01/01/2020

END

30/06/2022